menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Nomadi al Parco di Levante: erano specializzati in truffe

Squadra Mobile, Carabinieri e Polizia Municipale di Cesena sono stati impegnati giovedì mattina in un'operazione congiunta nella zona del Parco di Levante

Squadra Mobile, Carabinieri e Polizia Municipale di Cesena sono stati impegnati giovedì mattina in un'operazione congiunta nella zona del Parco di Levante. L'intervento è stato deciso in seguito ad una serie di segnalazione di cittadini che lamentavano la presenza di persone sospette e di caravan di nomadi. Sono state così identificate alcuni soggetti che fanno parte di una comunità nomade italiana, i quali potrebbero aver messo a segno alcune truffe in zona.

La modalità usata è semplice. Alcune autovetture dei nomadi avevano gli specchi retrovisori allentati e così, adocchiata la potenziale vittima, con la scusa che questa con la propria auto aveva urtato lo specchio ne chiedevano l'immediato risarcimento. I truffati, visto che tali personaggi avevano con loro sempre bambini o donne in gravidanza, per evitare discussioni o problematiche, o presi dalla concitazione, preferivano pagare la somma di denaro richiesta e chiuderla lì.

Tutti i componenti di questa carovana, che era posizionata in viale Dei Mille, sono stati identificati, cosicchè qualora tali fatti vengano nuovamente messi a segno in zona potrà essere più agevole l'individuazione dei responsabili. Tutti gli identificati risultano avere svariati precedenti di polizia. Uno di questi aveva altresì ricevuto un provvedimento di allontanamento dal Questore di Teramo. I nomadi, dopo l'identificazione, sono comunque partiti, allontanandosi da Cesenatico.

Sono stati anche identificati due uomini rumeni, già peraltro conosciuti, che dormivano tra i cespugli del parco di levante: si tratta di due senza tetto che non risultano pericolosi e che vivono di elemosine, i quali sono stati comunque invitati ad allontanarsi ed a chiedere assistenza alle varie associazioni e comunità di accoglienza.

Potrebbe interessarti

Commenti (1)

  • l'anno scorso hanno fatto 2 retate cn tanto di elicotteria 2 circhi diversi visto che durante l'estate li si posizionano loro da diversi anni pensavo quest'anno non sarebbero venuti e invece eccoli ancora li...non è una novità che alcuni sono truffatori o topi d'appartamento...ma puntualmente tutti gli anni hanno il permesso d mettersi li e continuare indiasturbati....bello schifo

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Il trattore rotola nel dirupo per centinaia di metri: muore un agricoltore

  • Cronaca

    Si lancia della finestra al terzo piano, grave una donna

  • Incidenti stradali

    Schianto sulla Cervese, auto "prende il volo" e finisce capovolta

  • Cronaca

    Chiude la Feltrinelli in piazza della Libertà, "Con i lavori è impossibile tenere aperto"

Torna su