"Aiuto! Mi hanno aggredito con un cutter per derubarmi". Tutto falso

L'uomo, un 52 enne, della valle del Rubicone, è stato denunciato per simulazione di reato. Per rendere più credibile la sua pantomima si era procurato dei tagli

Redazione 18 agosto 2012

Avrebbe finto una rapina in grande stile. Un pizzaiolo della valle del Rubicone, ma che lavora a Cesenatico, è stato smascherato dai Carabinieri dopo che aveva messo in scena una pantomima con tanto di autolesioni. Qualche giorno fa, il 13 agosto, è entrato di prima mattina in un bar con braccia sanguinanti chiedendo aiuto e denunciando di essere stato aggredito da due persone. “Mi hanno portato via lo stipendio appena ritirato, erano mille euro in contanti”.

I carabinieri si mettono subito al lavoro seguendo due direttrici: la caccia ai due fantomatici rapinatori e la richiesta continua di maggiori dettagli al ferito che però si è tradito più volte facendo intuire ai militari un'altra versione dei fatti.
Infatti l'uomo ha ritirato lo stipendio, ma non in contanti. Era un assegno. Un elemento non da poco. L'uomo, un 52 enne, è stato denunciato per simulazione di reato.

Annuncio promozionale

Cesenatico
denunce

Commenti