Sì ad Icarus, "ma dopo un rodaggio di tre mesi"

Uomo avvisato mezzo salvato. L'amministrazione ha fatto proprio il detto che accompagna la campagna informativa, fatta di comunicazioni e ammonimenti, per l'avvio di Icarus

Redazione 10 luglio 2012

Icarus, il sistema di telecamere che regolerà l'accesso alla Ztl in centro, è una novità con cui i cittadini dovranno convivere da ottobre in poi. La tolleranza zero nei confronti di chi non rispetta il divieto non sarà attuata da subito. Infatti l'assessore Miserocchi e il Sindaco Lucchi hanno spiegato che... “L’attività di Icarus comincerà in modo graduale. Intanto, già da settembre, avvieremo un’adeguata campagna informativa, per far capire il funzionamento del sistema, prevedendo anche incontri con i cittadini: proprio in questi giorni il quartiere Centro Urbano ci ha chiesto di organizzare un’assemblea su questo tema, e naturalmente c’è la nostra piena disponibilità".

Annuncio promozionale

"Poi, - proseguono - dal momento in cui le telecamere entreranno in funzione, è prevista una fase di rodaggio di circa tre mesi. In questo periodo, l’automobilista che transiterà dai varchi senza essere autorizzato la prima volta riceverà solo un’ammonizione: la comunicazione che arriverà a casa servirà, infatti, a ricordargli che è transitato in una zona per lui vietata e che se ripeterà lo stesso comportamento sarà sanzionato”.
L’installazione di Icarus sarà accompagnata dall’allestimento di un’adeguata segnaletica, per avvertire della presenza delle telecamere e consentire a chi si trova all’imbocco dei varchi di cambiare strada senza problemi".

"Il nostro obiettivo - concludono -, del resto, è semplicemente quello di garantire il corretto funzionamento delle zone a traffico limitato, a tutela del centro storico, dei suoi residenti e di quelli che lo frequentano: una richiesta che ci è stata espressamente rivolta in più occasioni, a cominciare dalle iniziative di “Al centro dell’ultimo chilometro”.

viabilità

Commenti