"Dammi il tablet o lo strozzo". Rapina notturna allo skatepark

Sono stati allertati i Carabinieri che dopo qualche ora di ricerca hanno identificato un ragazzo che è stato riconosciuto dai due fratelli come quello che poco prima li ha aggrediti

foto FILIPPO VENTURI

Una rapina in piena regola per un tablet. Un ventenne marocchino residente a Cesena mercoledì sera ha aspettato che le luci del Jurassik Skate Park (zona ippodromo) si spegnessero per entrare in azione. Sulle rampe si stavano divertendo due minorenni di Novara; avevano il camper a pochi metri di distanza con i propri genitori. All'una circa il marocchino ha afferrato al collo il più piccolo dei due che ha quattordici anni.

“Dammi il tablet” ha intimato al fratello di sedici anni. Solo quando gli è stato consegnato ha mollato la presa. Sono stati allertati i Carabinieri che dopo qualche ora di ricerca hanno identificato un ragazzo che è stato riconosciuto dai due fratelli come quello che poco prima li ha aggrediti. E' stato denunciato per rapina visto che non è stato rinvenuto l'oggetto sparito.