Centrale di Alfero, Bartolini (PdL): "Ascoltare la petizione dei cittadini"

Ascoltare le legittime preoccupazioni esternate dalla popolazione, eseguire tutti gli accertamenti del caso e valutare una soluzione alternativa alla costruzione della centrale alimentata a biomassa prevista ad Alfero". Sono queste le richieste di Bartolini (PDL)

Ascoltare le legittime preoccupazioni esternate dalla popolazione, eseguire tutti gli accertamenti del caso e valutare una soluzione alternativa alla costruzione della centrale alimentata a biomassa prevista ad Alfero”. Sono questi i consigli che Luca Bartolini, consigliere regionale del Pdl, si sente di dare all'amministrazione comunale di Verghereto di fronte ad una petizione sottoscritta da oltre 150 residenti nel comune dell'Alto Savio.

Si tratta di una centrale termica con generatore di calore a biomassa, in pratica l'impianto funzionerà bruciando i residui della lavorazione del legno, ricavando energia termica per riscaldare alcuni edifici ad Alfero e produrre energia elettrica. “Ed è proprio la combustione che spaventa la gente”, sottolinea Bartolini, che venerdì sera parteciperà ad un'assemblea sul tema ad Alfero. “Ma siamo sicuri che ci siano abbastanza scarti del legno in loco, oppure sarà necessario reperire combustibile per l'impianto altrove? La popolazione non è convinta del fatto che si brucerà solo del legno. E poi bisogna vedere di che legno si parla: perché se è materiale trattato ovviamente le emissioni in atmosfera saranno di altro tipo. Dire che si tratta di una stufa a legna, come ha fatto l'amministrazione, mi pare una spiegazione un po' troppo sbrigativa. E poi visto che la qualità ambientale è una delle caratteristiche grazie al quale il territorio di Verghereto si può contraddistinguere in campo turistico, non mi sembra una scelta azzeccata quella di prevedere un camino che si alza per sei metri sopra il tetto della centrale proprio in centro ad Alfero, una delle mete più gettonate dai turisti, dove ci sono parchi, ristoranti e alberghi”.

E ancora: “E poi costruire la centrale vicino alle scuole mi sembra un altro elemento che non gioca a favore della localizzazione dell'impianto, che dovrebbe sorgere su un terreno in forte pendenza, dove sono presenti falde d'acqua. Insomma, ci sono tanti punti che devono essere ancora chiariti: non si possono ignorare le preoccupazioni della gente di Alfero – rimarca il consigliere regionale del Pdl – il sindaco è responsabile in prima persona della salute dei suoi cittadini, quindi prima di approvare certe decisioni farebbe bene a considerare seriamente tutte le relative implicazioni. Tutela della salute, tutela dell'ambiente e opportunità economica – conclude Bartolini – sono questi i punti che devono essere chiariti al più presto, sgombrando il campo da ogni dubbio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento