Caso "multe pazze", buche e pioggia sono 'colpa' dei cittadini? "Applichiamo il codice della strada"

Casi di cittadini multati per velocità eccessiva, dopo cadute a causa di buche o pioggia. Il Comune fa chiarezza

C'è un problema 'multe pazze' a Cesena? Le segnalazioni arrivano, con cittadini piuttosto imbufaliti che ritengono di aver subito contravvenzioni ingiuste. Emblematico il caso di una signora rovinata a terra con il suo scooter, a causa della pioggia.

Un incidente che non ha coinvolto altri mezzi, dopo il quale la cesenate si è vista recapitare due multe, che fanno riferimento all'articolo 142/2-11 del codice della strada. E' la norma piuttosto lunga che riguarda i limiti di velocità, prevedendo anche che essi devono essere ridotti in base alle condizioni atmosferiche e alle condizioni della strada, che possono ovviamente essere precarie a causa di buche o asfalto malridotto. "Multata - si è lamentata la signora - senza sapere il motivo". Un episodio che fa il paio con quello riportato dal Resto del Carlino alcune settimane fa. In quel caso a protestare era un signore, che caduto dalla sua bici a causa di una buca, si è visto recapitare una multa per non aver appunto adeguato la velocità alle condizioni evidentemente precarie del manto stadale. Insomma, un po' come dire: "Se hai avuto l'incidente è perché non hai tenuto la velocità corretta. Da come lo desumo? Dall'incidente, se non lo facevi". Quasi una tautologia.

Ma cosa pensa al riguardo il Comune? "Rispettiamo la sensibilità dei cittadini - afferma il comandante della polizia municipale Giovanni Colloredo - ma noi applichiamo il codice della strada. A volte lo facciamo dopo essere stati chiamati sui luoghi di incidenti". Una norma (la 142 del codice della strada) che rischia di mescolare causa ed effetto, caricando il cittadino di una responsabilità forse oltre il dovuto, creando attriti e lamentele. "Eccessiva fiscalità? E' comprensibile il punto di vista dei cittadini - sottolinea il comandante della polizia municipale - ma noi siamo chiamati ad applicare le norme. Alcuni casi hanno avuto risonanza sui media, ma non c'è nessun trend anomalo per quanto riguarda questo tipo di contravvenzioni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

  • Coronavirus, oltre 300 contagiati nel Cesenate. In Emilia Romagna sono più di 12mila

  • Centinaia di imprese chiedono di restare aperte: la prefettura sospende le prime 184 per "attività non essenziale"

  • Sono 740 i positivi in provincia, Cesena piange la sesta vittima del Coronavirus

Torna su
CesenaToday è in caricamento