Carisport, 900mila euro per sistemare la copertura in legno

Costerà 900mila euro rimettere a posto la copertura in legno del Carisport, pesantemente danneggiata dalle nevicate di febbraio. Ma l'opera non peserà sulle casse comunali

Redazione 28 luglio 2012

Costerà 900mila euro rimettere a posto la copertura in legno del Carisport, pesantemente danneggiata dalle nevicate di febbraio. Ma l’opera non peserà sulle casse comunali perché la struttura era coperta da assicurazione. La quantificazione arriva dal progetto preliminare-definitivo predisposto dallo Studio Tecnico Micheletti Ingegneria S.r.l. di Brescia (già progettista delle strutture lignee del Carisport al momento della sua realizzazione), a cui il Comune aveva affidato l’incarico nei mesi scorsi. Il progetto è stato approvato dalla Giunta Comunale nei giorni scorsi.

“Il ripristino del Carisport – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - rappresenta una delle voci più cospicue nel conto complessivo presentato dal nevone, che ammonta a oltre 16 milioni e 441.000 euro. L’intervento sul Palazzetto non servirà solo a riparare i danni, ma anche ad aumentare la portata del tetto e prevede, fra le altre cose, il rinforzo sulla trave di correa e l’adeguamento della trave porta americane. Stiamo cercando di accelerare al massimo le procedure con l’obiettivo di rendere di nuovo agibile la struttura entro i primi mesi del 2013 L’importo per la sua esecuzione è già inserito nel Piano Poliennale degli Investimenti; contiamo, però, di recuperare la somma grazie alla copertura assicurativa. Infatti, a suo tempo il Comune di Cesena aveva stipulato una polizza denominata “all risk fabbricati”, che assicura i beni dell’intero patrimonio immobiliare. del Comune, compresi naturalmente il Carisport e il mercato ortofrutticolo all’ingrosso, vittima anch’esso della neve".

Annuncio promozionale

"Abbiamo, dunque provveduto ad avanzare la richiesta di indennizzo alla compagnia assicurativa (si tratta di INA ASSITALIA S.p.A. in coassicurazione con UNIPOL S.p.A. e GENERALI S.p.A.). La liquidazione della somma avverrà in due tranche: in un primo momento arriverà un anticipo poi, una volta definito l’indennizzo riconosciuto, si procederà al conguaglio finale. Questo ci permette di affrontare con maggiore serenità l’ingente spesa necessaria al recupero di questa struttura importante per lo sport e lo spettacolo a Cesena. Restano però le difficoltà a far fronte a tanti altri danni provocati dal nevone, per esempio per quanto riguarda la manutenzione delle strade e del verde, che hanno pesantemente condizionato il nostro bilancio”.
 

Paolo Lucchi
neve

Commenti