Il calcio giovanile a Gambettola continua: nuova società e impianto moderno

"Come infatti ho già dichiarato circa un anno fa in campagna elettorale, tra le priorità di questa amministrazione vi è quella di sostenere le attività sportive"

Il sindaco Sanulli

Il calcio giovanile a Gambettola continua. Il sindaco Roberto Sanulli annuncia che sarà costituita una nuova società, con nuovi progetti ed un impianto moderno e più efficiente, grazie ad alcuni interventi strutturali in procinto di essere realizzati. "Come infatti ho già dichiarato circa un anno fa in campagna elettorale, tra le priorità di questa amministrazione vi è quella di sostenere le attività sportive, soprattutto giovanili, e fra queste il calcio, perché siamo fermamente convinti che la pratica sportiva rappresenti una vera e propria scuola di vita, perché educa allo sport, al rispetto delle regole, allo spirito di gruppo e favorisce la coesione; in definitiva un’attività che prima di tutto è sociale", esordisce il primo cittadino.

"Pertanto, di fronte alla volontà dell’associazione ACD Gambettola di rinunciare a proseguire l’attività del settore giovanile, prima manifestata verbalmente e poi formalizzata il 14 marzo scorso con una comunicazione (dove rinunciava a portare a termine la convenzione, che sarebbe scaduta il prossimo anno), l’amministrazione si è immediatamente attivata per scongiurare la fine del calcio per i 200  ragazzi di Gambettola che attualmente lo praticano - puntualizza Sanulli -. La nostra iniziativa ha avuto esito positivo; dopo i primi contatti con alcuni appassionati che si erano proposti per dare continuità al settore giovanile, lo scorso 27 aprile si è costituita l’A.S.D. Junior Gambettola Area 12 alla quale affideremo la gestione delle strutture sportive di via Curiel e via Dello Sport. Già nei prossimi giorni è in calendario un incontro con i ragazzi e le famiglie per presentare la nuova società e l’attività che verrà programmata fin dalle prossime settimane".

Il sindaco ringrazia "coloro che per tanti anni hanno assicurato ai giovani gambettolesi la possibilità di praticare il gioco del calcio e con i quali, in qualità di assessore allo sport, ho condiviso soddisfazioni e ho collaborato per cercare di superare i più svariati problemi, non ultimo quello delle crescenti difficoltà che incontrano gran parte delle associazioni sportive, derivanti dalla mancanza di sponsor". Quindi si focalizza su un alcune puntualizzazione, a cominciare dal campo in sintetico. "Poco più di un anno fa emerse l’inderogabile esigenza di potenziare le strutture sportive con la realizzazione di un campo in erba sintetica per garantire la continuità dell’attività calcistica, che nel periodo invernale subiva continue interruzioni", esordisce il sindaco.

"Sollecitato dai dirigenti mi impegnai in tal senso ed era chiaro da subito che la realizzazione del nuovo campo poteva avvenire solo nell’estate 2015 - prosegue -. Così come si decise che, visto il consistente investimento, il contributo annuale alla società sarebbe stato ridotto a poche migliaia di euro. In questo senso ho lavorato, fin dalle prime settimane successive al mio insediamento ho inserito nel piano triennale degli investimenti la somma necessaria e ho dato mandato ai tecnici comunali di avviare la progettazione. Con l’inizio del 2015 abbiamo definito il progetto, avviato la gara d’appalto e, nei prossimi giorni, sarà individuata l’impresa che eseguirà i lavori. Il nostro obiettivo è quello di riuscire a rendere agibile il nuovo campo subito dopo l’estate. Considerando i tempi della pubblica amministrazione, penso proprio che essere riusciti, in poco più di un anno a passare dall’ideazione alla realizzazione dell’intervento, non sia affatto scontato".

Quanto ai contributi annuali alla società, "anche in questo caso gli impegni sono stati impegni mantenuti. Dopo il contributo straordinario (euro 35.000) del 2013; nel 2014, in considerazione dell’impegno economico per la realizzazione del nuovo campo, si è convenuto di stanziare la somma storica (euro 25.000) puntualmente erogata alla società in due trance: 10mila euro il15 luglio 2014 e 15mila euro il 17 dicembre 2014. Per il 2015 abbiamo già inserito nel bilancio preventivo la somma di 5.000 euro". In merito alla manutenzione, Sanulli chiarisce di esser "a conoscenza dell’intervento svolto dalla società senza però conoscerne le caratteristiche e il costo. Solo dopo sei mesi dalla conclusione dei lavori (eseguiti nell’ottobre 2014) sono stato messo al corrente dell’entità , anche economica, degli stessi. Senza entrare nel merito di quelli che sono i tempi richiesti agli Enti pubblici per autorizzazioni ai lavori e mettere a bilancio somme di interventi dal carattere straordinario, quale fu in effetti la manutenzione effettuata, ho in ogni caso assicurato ai dirigenti che avrei valutato il da farsi. Da parte mia non vi è stata alcuna chiusura preconcetta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento