Buca-cratere sulla via Emilia, 15 veicoli coinvolti: "E Anas non paga del tutto il danno"

La denuncia di un cittadino, dopo la disavventura sulla via Emilia, è iniziata la "battaglia" per essere risarcito

La buca incriminata lungo la via Emilia, in zona Longiano

Come ogni inverno si presenta puntuale il problema delle buche sulla via Emilia, ormai da tempo una vera e propria strada "groviera". Il freddo e la pioggia peggiorano la situazione di una via già malmessa, favorendo lo sgretolarsi del manto stradale. Spesso gli automobilisti sono costretti a fare zig-zag tra le buche, e in alcuni casi non riescono a non finirci dentro riportando danni ai veicoli.

Quando questo succede, non è per nulla facile ottenere il giusto risarcimento dall'Anas, come dimostra la segnalazione di un lettore. "Lo scorso 23 febbraio - spiega l'automobilista - stavo percorrendo la via Emilia, in località Longiano. Mi sono trovato davanti una grossa buca e non sono riuscito ad evitarla. Evidentemente non sono stato l'unico in quanto sono rimasti coinvolti 15 veicoli. La mia auto ha riportato la rottura del cerchio e del pneumatico, nell'impatto con la voragine io e mia moglie, che era in auto con me, ci siamo ritrovati nella corsia opposta. Miracolosamente in quel momento non transitava nessuno, altrimenti saremmo morti". "Immediatamente - prosegue l'automobilista - ci siamo attivati per segnalare la buca a quelli che arrivavano, nonostante una pioggia battente. L'intervento della Municipale di Longiano prima, e dei Carabinieri poi, è stato tempestivo, hanno provveduto immediatamente a chiudere in entrambi i sensi la strada. Infine è intervenuta l'Anas che ha rattoppato la buca riempiendola di catrame a freddo".

A questo punto per lo sfortunato automobilista, è stato il momento di contare i danni. "Per la rottura di cerchio e pneumatico ho riportato un danno di 426 euro, comprovato da fattura, per questo ho chiesto il risarcimento ad Anas". Nonostante il verbale della Polizia Municipale di Longiano e dei Carabinieri, che testimoniano l'intervento lungo la via Emilia, in località Ponte Ospedaletto "Sono passati più di otto mesi e Anas non ha ancora pagato l'intera somma..", osserva amaramente il cittadino protagonista di questa disavventura. "Dopo un colloquio telefonico molto acceso - conclude - mi hanno proposto la somma di 300 euro per chiudere la questione. Trovo offensivo che un colosso come Anas faccia una proposta del genere a me che porto avanti una famiglia di tre persone con il mio stipendio da operaio. Ho rifiutato perché voglio che mi sia pagato tutto quello che mi spetta".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Tragedia sfiorata in A14, scoppia il pneumatico del Tir: miracolato il camionista

  • Superenalotto, la fortuna continua a baciare Savignano. Sfiorato il colpo milionario

  • "Andiamo a mangiare qualcosa", ma la porta al mercato: la dinamica del tentato stupro

  • Per chi culla il sogno di comprare casa, la banca apre le porte col "Mutuo Day"

  • Ubriaco al volante va prendere il figlio a scuola, denuncia e ritiro della patente

Torna su
CesenaToday è in caricamento