Botti di capodanno: Sogliano si affida al buon senso, Borghi li vieta

In occasione dei festeggiamenti per l’arrivo dell’anno nuovo, si pone come sempre il problema di limitare l’uso indiscriminato dei “botti” di fine anno

In occasione dei festeggiamenti per l’arrivo dell’anno nuovo, si pone come sempre il problema di limitare l’uso indiscriminato dei “botti” di fine anno. Anche quest'anno il Comune di Sogliano al Rubicone si appellerà al buonsenso dei cttadini: "Il 31 dicembre - evidenzia l'amministrazione comunale - divertiamoci senza nuocere agli altri, festeggiando senza utilizzare o limitando i "botti di capodanno", che recano preoccupazione e danno alle persone e agli amici a quattro zampe. Dimostriamo quello che siamo sempre stati, dei cittadini civili e rispettosi degli altri".

"Molti Comuni - viene ricordato - impongono con una ordinanza specifica di impedire i botti, ma molti altri sono convinti che più che una norma serva il buonsenso, che è superiore a qualsiasi legge. L'ordinanza infatti è applicabile solo a parole, e non si è mai dimostrata un deterrente. Pertanto questo fine anno a Sogliano non ci sono ordinanze, l'unico modo efficace è rivolgersi direttamente alla sensibilità delle persone, soprattutto ai giovani: non è la repressione che genera il rispetto, ma il senso di civiltà di ognuno di noi".

A Borghi è stata emessa un'ordinanza al "contrasto al disturbo derivante dall’uso di artifici pirotecnici nel corso delle manifestazioni autorizzate e degli assembramenti spontanei nel territorio comunale in concomitanza con i festeggiamenti del nuovo anno. Sarà valida dalle ore 21:00 di lunedì alle 6 di martedì.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il controllo mette in luce carenze igienico-sanitarie, si valuta la chiusura del centro di accoglienza

  • Economia

    CNA Professioni: come costruire una sana relazione coi clienti

  • Cronaca

    Cresce di 5 milioni il valore del Piano triennale dei Lavori Pubblici

  • Cronaca

    Si scontrò contro un bus fermo su via Emilia Levante, Savignano piange la maestra Rita

I più letti della settimana

  • Colpito da un malore fatale esce di strada con l'auto: muore 62enne

  • Fatale un infarto, cesenate muore pochi mesi dopo l'amato figlio

  • "Mi avevano dato tre anni di vita", l'infermiera 'guerriera' vince la battaglia contro il cancro

  • Hanno il pallino del commercio: fanno rinascere l'ex Matrix, ma non sarà un bar

  • Si scontrò contro un bus fermo su via Emilia Levante, Savignano piange la maestra Rita

  • Dopo 34 anni lascia via Battisti: 300 metri cambiano in meglio la vita di una commerciante

Torna su
CesenaToday è in caricamento