Bagno, "Fuori conTesto": buona la prima per il festival letterario e culturale

Più di venti gli incontri, tra presentazioni, letture, performance teatrali, reading letterari e anche il conferimento del premio “Manara Valgimigli”, che per l’occasione è stato assegnato al prestigioso scrittore Claudio Magris

Buona la prima edizione di “Fuori conTesto”, il festival letterario e culturale che ha caratterizzato l’intero fine settimana di Bagno di Romagna, da venerdì a domenica. Più di venti gli incontri, tra presentazioni, letture, performance teatrali, reading letterari e anche il conferimento del premio “Manara Valgimigli”, che per l’occasione è stato assegnato al prestigioso scrittore Claudio Magris. Tanti gli ospiti d’eccezione che hanno intrattenuto gli spettatori: dagli scrittori Cristiano Cavina, Andrea Marcolongo, Grazia Verasani, Enzo Fileno Carabba, Cecilia Campironi ad intellettuali di grande levatura come Ivano Dionigi, Gianfranco Pasquino, Sandro Gozi e Roberto Balzani, passando per artisti di fama nazionale come Sebastiano Somma, Mirco Mariani, Roberto Mercadini, Marco Sforza e importanti giornalisti come Giancarlo Mazzuca e Giorgio Boatti.    

Estremamente significativa anche la risposta del pubblico, che ha preso attivamente parte ai numerosi incontri diffusi nei luoghi più suggestivi tra Bagno di Romagna e S. Piero in Bagno. Sono state all’incirca 1.200 le persone che, nel corso del week-end letterario nell’alta Valle del Savio, hanno partecipato e assistito ai molteplici incontri culturali previsti all’interno del ricco programma di eventi. "Un successo davvero inaspettato, ma che ci riempie di speranza - commentano gli ideatori del festival: Deborah Mosconi, Roberti Greggi, Enrico Spighi e Marco Valbruzzi -. All’inizio erano in pochi a credere nella riuscita di questo progetto, pensando a torto che il nostro territorio fosse inospitale o inadatto per iniziative culturali di questo genere. Invece, i dati sulle presenze e la risposta del pubblico sono decisamente incoraggianti. Quando la proposta è ben confezionata e qualitativamente elevata - proseguono gli organizzatori - anche un Comune di montagna come Bagno di Romagna può dimostrarsi un incubatore di cultura ai massimi livelli”.

La prima edizione di “Fuori conTesto”, la cui realizzazione è stata possibile grazie al contributo di numerosi enti, associazioni, istituti, fondazioni, strutture ricettive e generosi volontari, ha permesso anche di impreziosire l’intera offerta turistica del Comune durante una stagione, come quella autunnale, che illumina sempre di nuovi colori e sapori l’intero territorio di Bagno di Romagna. Gli organizzatori confermano che stanno già pensando alla prossima edizione del festival, con un cartellone di eventi culturali, per ragazzi e adulti, ancora più ricco e variegato. “Quando abbiamo ideato questo festival - confermano gli organizzatori - volevamo creare un contenitore culturale aperto da riempire con le idee e i suggerimenti di tutti coloro che, nel territorio, avevano voglia di raccontare storie interessanti. Il nostro festival vuole essere uno spazio aperto, un bene pubblico aperto al contributo di tutti coloro che ritengono utile promuovere le attività culturali del Comune. Anche per questo motivo, invitiamo già da oggi chi vorrà darci una mano in futuro, nei modi che riterranno più opportuni, a contattarci e a scriverci per farci conoscere le loro proposte”.

L’appuntamento con “Fuori conTesto”, promosso dal Centro Studi Valgimigliani del Comune di Bagno di Romagna, è dunque per l’anno prossimo. Per un’edizione che cercherà di superare se stessa e di migliorarsi ancora rispetto a quella attuale, con un coinvolgimento del pubblico ancora più ampio e un programma di eventi assolutamente imperdibili. "Un’iniziativa di grande importanza per il nostro Comune - dichiara il sindaco Marco Baccini - che ambisce a promuovere anche la cultura sia come occasione di interesse per i cittadini che e come completamento dell’offerta turistica. Un plauso quindi allo staff di ragazzi che hanno creduto nell’iniziativa ed hanno lavorato per l’organizzazione e la buona riuscita della stessa. Un motivo di ulteriore soddisfazione, inoltre, deriva dal fatto che si tratta di un’iniziativa di alto spessore che è nata dalla spontaneità e intraprendenza dei cittadini e che ha visto coinvolti in modo pronto e appassionato tanti esercenti locali, albergatori, ristoratori, agenzie e associazioni".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

  • Resta impigliato nel macchinario che lo solleva da terra: grave un operaio

Torna su
CesenaToday è in caricamento