Bagno di Romagna, Baccini: "Necessario rifare il parapetto del Ponte Torrente Rio"

Il sindaco di Bagno di Romagna fa il punto della situazione su alcuni cantieri in corso o in fase di avvio

Il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, aggiorna i cittadini sullo stato di alcune emergenze avvenute nel centro storico e su alcuni cantieri in corso o di prossimo avvio. Sulla situazione del Ponte Torrente Rio: "Quale conseguenza di un incidente stradale, - scrive il sindaco - parte del Ponte sul Torrente Rio è stata demolita. Il Ponte è di proprietà della Provincia che abbiamo immediatamente coinvolto nella figura del presidente, del dirigente Infrastrutture e del direttore generale. Dalle valutazioni emerse, il rifacimento del parapetto necessita il completo ripristino della struttura così com'era per il vincolo storico e paesaggistico a cui il ponte stesso è sottoposto. Ciò pone la conseguente necessità di predisporre uno stampo per ricreare la struttura nella identificazione esistente".

Venerdì, prosegue Baccini, "abbiamo anche effettuato un sopralluogo con il Soprintendente Marco Musmeci, per condividere le modalità del rifacimento, nell'ottica di accelerare e sveltire il lavoro della Provincia. Se a prima vista anche me sembrava che si trattasse di un lavoro che non avrebbe richiesto somme elevate, invece emerge da una prima stima che il rifacimento del parapetto con tutte le opere per riportare a sicurezza il ponte, tale da poter essere collaudato, ammonti a circa 100mila euro. Abbiamo condiviso di procedere con la pratica, in modo da affrontare tutti i passaggi necessari e nel contempo condividere con la Provincia il reperimento delle somme necessarie. Nel frattempo, la Provincia installerà un parapetto in cemento per evitare che mezzi in circolazione possano cadere nel torrente, in caso di successivo incidente". 

Sulla stato invece del Muro del Torrente Rio Baccini scrive: "Con l'architetto Musmeci - abbiamo effettuato anche il sopralluogo necessario per condividere il progetto di rifacimento del muro crollato sul Torrente Rio, anch'esso tutelato da vincolo paesaggistico. In pratica, quello che qui si richiede è di ricostruire il muro con le stesse identità estetiche di quello esistente, come era comprensibile. Con l'Ufficio Lavori Pubblici abbiamo condiviso di riprendere non solo la parte crollata ma di mettere in sicurezza tutto il muro d'argine, che presenta alcuni rigonfiamenti. Per effettuare un lavoro completo, saranno effettuati alcuni saggi sul piano stradale per verificare che non ci siano perdite d'acqua interne che potrebbero compromettere la stabilità del muro. Anche per questo intervento, la stima delle risorse necessarie, compreso il progetto che deve essere redatto e le opere collegate, ammonta a circa  80.000 euro,per il quale abbiamo già attivato la richiesta di sostegno della Protezione Civile".

Su via Verdi: "Avevamo inserito nel programma di manutenzione straordinaria delle strade, che sta proseguendo progressivamente, anche il rifacimento di Via Verdi nella parte immediatamente superiore a Piazza Allende (la parte superiore, quello in asfalto sino al "Portone" è già inserita nel programma per una nuova asfaltatura, che è in gara di appalto). Anche in questo caso, insieme all'Arch. Musmeci abbiamo condiviso come procedere al rifacimento dei marciapiedi in lastre di pietra, ammalorati ormai da tanti anni. Verrà quindi ripristinato il piano viabile in sampietrini e i marciapiedi riportandoli in sicurezza. La stima delle opere ammonta complessivamente ad  70.000 euro. Il Dopo il confronto, siamo pronti per avviare la progettazione e la pratica in Soprintendenza, così da avviare i lavori entro maggio". 

Per quanto riguarda via Pascoli: "continuano i lavori - spiega il sindaco - ove attualmente Hera sta intervenendo per ammodernare l'impianto delle fogne e della rete idrica. La prossima settimana, dopo che Hera avrà terminato i lavori di propria competenza, verranno completate le opere di rifacimento del piano viabile e dei marciapiedi laterali, che saranno valorizzati con pietra locale e allargati nella parte sinistra senso di marcia". Infine l'ultimo punto sulla situazione riguarda Piazza Allende: "Venerdì scorso, in occasione delle forti raffiche di vento, il tetto del "Palazzo Galeffi" ha presentato criticità gravi, con distacco di tegole e parti in lamiera. Abbiamo immediatamente transennato l'area per garantire la sicurezza dei cittadini e notificato ai proprietari di ripristinare le condizioni di sicurezza del tetto. Le opere sono in corso e nei prossimi giorni potremo liberare l'area". 

Potrebbe interessarti

  • Borghi di Romagna: i 4 più belli

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Meduse: verità e falsi miti su come rimediare alle loro punture

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • Schianto alla rotonda, auto travolge un corridore: è grave. La Polizia Locale lancia un appello sui social

  • "Riportata in vita dai medici col mio bimbo in grembo", la storia di Annalisa

  • Scene da panico a Valverde: colpisce un taxi e due auto e prova a scappare, arrestato

  • In tanti in Piazza della Libertà per Scamarcio: "Onorato di essere qui"

Torna su
CesenaToday è in caricamento