Atr diventa completamente cesenate: inaugurata la nuova sede nella ‘torre’ del Montefiore

Il trasferimento di Atr è solo l’ultimo atto della metamorfosi che l’azienda a controllo pubblico ha affrontato nell’ultimo periodo.

Atr ha cambiato casa, lasciando gli ‘storici’ locali di via Lombardini a Forlì per traslocare a Cesena, nella ‘torre’ del centro Montefiore. A rendere ufficiale l’insediamento nella nuova sede  il fatidico taglio del nastro, alla presenza del sindaco di Cesena Paolo Lucchi, del vicesindaco Carlo Battistini, dell’assessore alla Mobilità Maura Miserocchi e dell’amministratore unico Paolo Valentini. Il trasferimento di Atr è solo l’ultimo atto della metamorfosi che l’azienda a controllo pubblico ha affrontato nell’ultimo periodo.

All’inizio del 2017, infatti, con la costituzione di Amr (Agenzia Mobilità Romagnola),  che pianifica e controlla il trasporto pubblico per l’intero territorio della Romagna, Atr ha cessato di essere l’agenzia del Tpl per la provincia di Forlì-Cesena, mantenendo invece una serie di attività e servizi complementari alla mobilità. A questo reinquadramento delle funzioni ha fatto seguito un nuovo assetto della compagine sociale, con l’uscita della Provincia di Forlì-Cesena e di tutti i Comuni del comprensorio forlivese, accompagnata dalla scissione patrimoniale con Livia Tellus. Dal primo gennaio, quindi, Atr è una società a totale partecipazione pubblica di ambito esclusivamente cesenate. Da qui la scelta di trasferire la sede a Cesena.

Fra i compiti attualmente svolti da Atr il principale è la gestione della sosta regolamentata, in tutti i suoi aspetti: controllo attraverso gli ausiliari, installazione e gestione dei parcometri, segnaletica orizzontale e verticale riferita alle aree di sosta, pagamenti telematici attraverso l’app MyCicero, ecc. L’azienda si occupa di questo servizio – con modalità differenziate a seconda delle località - a Cesena, Cesenatico, Gatteo Mare e San Mauro Mare. A Cesena ha in carico anche la gestione dei parcheggi in struttura realizzati nell’ambito del Piano Parcheggi e la gestione della sosta e della viabilità nell’area dell’ospedale Bufalini, oltre che la manutenzione degli impianti tecnologici di Icarus (il sistema di controllo degli accessi alle zone a traffico limitato).

Inoltre, provvede alla manutenzione delle paline della rete del trasporto pubblico, alla pianificazione del trasporto scolastico, all’organizzazione e gestione del trasporto per alcune categorie di utenti dei Servizi Sociali (in particolare persone con disabilità) per consentire loro di frequentare centri occupazionali o semiresidenzali, o di raggiungere i servizi riabilitativi, e ha mantenuto la proprietà dei depositi bus del bacino cesenate.

“Come si vede, pur avendo ceduto ad Amr la competenza diretta sul trasporto pubblico locale - sottolineano Lucchi, Battistini e Miserocchi -. Atr mantiene un ruolo di primo piano nell’ambito più complessivo della pianificazione e gestione della mobilità, mettendo a disposizione dei comuni del Cesenate la sua indiscutibile competenza, acquisita in molti anni di esperienza su questi temi”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Cesena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Incubo per una 11enne: entra in casa e si trova di fronte i ladri

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento