Assistenti familiari, parte il corso: tra le iscritte aumentano italiane e africane

L’iniziativa prevede 7 incontri diretti in aula e un’autoformazione attraverso l’utilizzo di un programma regionale online dedicato

Partirà mercoledì 30 ottobre il nuovo corso sul lavoro di cura rivolto alle assistenti familiari e organizzato da ASP Cesena Valle Savio, in qualità di gestore dei percorsi formativi dell’Unione dei Comuni Cesena e Valle Savio. L’iniziativa prevede 7 incontri diretti in aula e un’autoformazione attraverso l’utilizzo di un programma regionale online dedicato. A fine percorso, dopo un test online di verifica delle conoscenze acquisite e un colloquio diretto di valutazione del percorso formativo, verrà rilasciato un attestato di partecipazione conforme nei Distretti regionali. Mercoledì 30 ottobre, alle 15, si terrà la presentazione del percorso nella sala a piano terra dell’Ex-Roverella (via Dandini 7, Cesena). Iscrizione obbligatoria.

I percorsi formativi per le assistenti familiari si inseriscono in un complesso di attività più ampio in cui il Punto di Appoggio al Lavoro di Cura (PDA) è il fulcro. Si tratta di uno sportello di ascolto, informazione e orientamento per le famiglie e le assistenti familiari dove viene promossa una cultura della regolarizzazione orientando tutte le parti ai diritti-doveri del lavoro domestico. Nelle 5 edizioni passate del corso organizzato da ASP Cesena Valle Savio sono state 59 le assistenti familiari che hanno raggiunto l'attestato finale: 21 italiane, 9 di nazionalità rumena, 4 provenienti dalla Bulgaria, 3 dalla Polonia, 1 dalla Moldavia, 2 dall’Ucraina, 3 rispettivamente dalla Nigeria e dal Marocco, 2 dalla Tunisia e dal Senegal. Le restanti dall’Albania, Camerun, Capo Verde, Kenia, India, Perù, Brasile, Equador, Repubblica Dominicana.

I corsi formativi/informativi per assistenti familiari sono stati avviati nel 2005. Dal 2009, anno in cui ASP ha preso in gestione i servizi, all'inizio della sperimentazione, sono stati organizzati 15 percorsi formativi a cui hanno partecipato 306 assistenti familiari. Nel corso degli anni sono aumentate le iscrizioni da parte di cittadine di nazionalità italiana (si intercetta il bisogno formativo di familiari caregiver) e di provenienza africana, mentre si è ridotta la presenza di utenti originari dell’Est Europa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Il bar è in regola ma la segnalazione per l'allargamento fa infuriare i titolari: "Ci fermiamo"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Drammatico schianto nella notte sull'A14: perde la vita un cinquantenne

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento