Apre il bar-ristorantino più green di Cesena. Ma una pioggia di multe macchia la festa

A richiedere l'intervento degli agenti è stato un residente che non ha avuto la pazienza di aspettare nemmeno due giorni per farsi un'idea del movimento generato dal chiosco

Sabato sera ha inaugurato il bar ristorantino più green di Cesena immerso tra alberi e luci nel parco delle Vigne. "Gordita", il giardino organico, definito "gentile col pianeta", ha visto arrivare centinaia e centinaia di amici e curiosi per salutare la novità in un quartiere un po' dimenticato e trascurato dalla movida serale. Lo staff di Gordita è lo stesso del bar 48, dei Giardini Savelli e di Acqua Dolce, tre locali di grande successo a Cesena con format diversi ma che condividono la proposta del buon divertimento in tranquillità. A capo c'è Christian Pagliarani, che nel 1995 iniziò aprendo il primo bar di tendenza l'Happy Bar. Poi, da lì in avanti, grazie alla professionalità acquisita e a un innato talento per l'imprenditoria, è stato tutto in discesa. 

E anche l'ultimo nato "Gordita" è partito col piede giusto. Peccato che l'inaugurazione sia stata macchiata dall'arrivo della Polizia Municipale, che in pochi minuti hanno multato decine e decine di auto di cesenati lì proprio per la festa d'apertura. A richiedere l'intervento degli agenti è stato un residente che non ha avuto la pazienza di aspettare nemmeno due giorni per farsi un'idea del movimento generato dal chiosco. Appena ha visto svariate decine di auto in più parcheggiate qua e là (nessuna però davanti a passi carrai o che bloccava il passaggio di altre auto) ha telefonato al Comando. E loro sono subito arrivati.

"Devo dire che mi è dispiaciuto che sia andata così - conferma Christian Pagliarani - anche perché era evidente che si trattava di un'inaugurazione, di un momento particolare, direi unico. Si poteva anche aspettare, far passare la serata eccezionale e poi vedere come procedeva. L'avrei capito di più se fossero arrivati dopo serate di auto parcheggiate in modo selvaggio. Invece arrivare così subito, appositamente per rovinare la festa, mi ha fatto molto male. Siamo una comunità, mi aspettavo più tolleranza e comprensione. Pensavo fosse chiaro a tutti che Gordita è un'attività che tra gli obiettivi ha anche quello valorizzare un luogo un po' trascurato e buio, come la "buca".

"Un posto che, in passato, ha visto anche dei frequentatori non proprio raccomandabili. Noi, portando luce, movimento e gente, portiamo anche una maggiore sicurezza - conclude -. Un controllo del territorio che valorizza una zona più periferica come quella delle Vigne. Ma si vede che questo aspetto non è stato compreso. Che dire? Mi dispiace". La speranza, ovviamente, sia per i residenti che apprezzano la novità che per tutti gli altri a cui piacerebbe godere di un bel parco della città, è che si aggiusti tutto e che sia solo una questione di prendere le misure.  

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco come tenerle lontane

  • Controllo caldaie, le informazioni su pulizia e controlli fumi

  • Invitata al matrimonio estivo? Ecco i consigli sull'abbigliamento ideale

  • Non solo Malatestiana: tutte le biblioteche di Cesena

I più letti della settimana

  • Alta concentrazione di batteri in acqua, scatta il divieto di balneazione

  • Trenta pecore sbranate dai lupi: "Abbiamo paura anche per la nostra sicurezza"

  • Camion a rimorchio si ribalta: "Ennesimo incidente, strada stretta e pericolosa"

  • Violento scontro auto-moto sulla via Emilia: padre e figlio finiscono a terra

  • Tenta di rubare un televisore, arrestato nel parcheggio: scatta anche la sospensione del reddito di cittadinanza

  • Ciclista investito, corsa in ospedale con un codice di massima gravità

Torna su
CesenaToday è in caricamento