Gli ambulanti si uniscono e chiedono il rilancio del mercato

Per gli ambulanti l'unione di intenti e la collaborazione fa la forza, specie nella generale crisi dei consumi e dalla eccezionale ondata di maltempo che ha bloccato mercati, incassi e attività

Per gli ambulanti l'unione di intenti e la collaborazione fa la forza, specie in una contingenza molto seria provocata dalla generale crisi dei consumi e dalla eccezionale ondata di maltempo che ha bloccato mercati, incassi e attività aggravando una situazione già da tempo critica. Lo stanno sperimentando concretamente Fiva Confcommercio e Anva Confesercenti, i sindacati degli ambulanti cesenati presieduti rispettivamente da Alverio Andreoli e da Gabriele Fantini, che hanno stretto la fila e tenuto lunedì per la prima volta dopo tanti anni un consiglio congiunto in cui sono stati affrontati insieme alcune problematiche che riguardano i trecento imprenditori su aree pubbliche del nostro territorio.

"La collaborazione tra i due sindacati e in generale lo spirito di corpo della categoria è un dato di fatto di questi anni - osservano Andreoli e Fantini - altrimenti non sarebbe nato un consorzio trasversale come "Le città I mercati" all'avanguardia in tutt'Italia nella promozione di eventi che calamitano avventori e clienti non solo ai mercati e alle iniziative straordinarie ma in tutto il centro storico, pertanto esiste già da tempo una strada maestra sulla quale ci siamo incamminati con ottimi risultati non solo a Cesena ma anche in altri comuni comprensoriali. Ora stiamo ulteriormente potenziando la collaborazione tra Fiva e Anva, naturalmente nel rispetto della reciproca autonomia,tenendo in considerazione il fatto che i sindacati lavorano per medesimi obiettivi: sostenere imprese commerciali che in questi anni hanno dimostrato di costituire un valore aggiunto per il nostro territorio grazie ai mercati ambulanti che restano un ambito di vita commerciale e sociale in assoluto tra i preferiti dai consumatori e che quindi non teme la concorrenza degli iper e dei grandi centri commerciali”.

"In seguito ai mercati saltati per l'emergenza neve - aggiungono Andreoli e Fantini - nel consiglio unitario è stato fatto il punto della situazione e si è elaborata una bozza di piattaforma con alcune rivendicazioni e richieste fra cui quelle di chiedere all'amministrazione comunale di Cesena di promuovere interventi per valorizzare ancora di più il mercato ambulante. Già si è fatto molto negli ultimi tempi, in quanto si è riusciti finalmente a riqualificare strutturalmente l'ala mercatale occupata dai banchi di calzature sotto la Rocca e ad inserire il nuovo settore alimentare nel piazzale di San Domenico, molto gradito dagli avventori, che amplia e diversifica la gamma merceologica valorizzando inoltre una parte del mercato di viale Mazzoni che era un pò in sofferenza. Ci siamo battuti perché gli ambulanti alimentari del Foro potessero trovare una collocazione armonica e coerente dentro il mercato e abbiamo già avuto la prova che si è trattato di una scelta azzeccata".

"Dalla recente indagine effettuata da Iscom Group sul centro storico - proseguono Andreoli e Fantini - è risultato che oltre il 25% dei cesenati fanno acquisti al mercato di Cesena ed è un ottimo punto di partenza per elevare ancora di più la qualità dei servizi che non può prescindere dal rispetto della nuova normativa del Durc fortemente voluta da Fiva e Anva la quale contrasta la concorrenza sleale tra operatori e favorisce il rispetto della legalità. Come associazioni chiediamo al Comune che vengano fatti controlli sulla reale sussistenza o meno del documento di regolarità contributiva da parte degli operatori. Fiva e Anva inoltre hanno fatto fronte comune per contrastare il recepimento totale della normativa Bolkestein, che implicherebbe la messa all'asta delle concessioni alla scadenza dei dieci anni di licenza. Vanno salvaguardati i diritti acquisiti delle imprese di commercio ambulante e in stretto rapporto con la Regione Emilia Romagna siamo riusciti a mantenere il rinnovo delle licenze decennali. Per meglio coinvolgere gli imprenditori sul lavoro svolto abbiamo deciso di realizzare una campagna informativa rivolta agli ambulanti".

"Un altro argomento affrontato nel direttivo unitario di Fiva e Anva - concludono Andreoli e Fantini - è la problematica delle liberalizzazioni che potrebbe creare qualche problema alle consolidate iniziative domenicali organizzate dal Consorzio Le CIttà I Mercati le quali nel corso del 2012 verranno ulteriormente potenziate. Nel corso dell'anno proseguiranno le iniziative unitarie di Fiva e Anva per rappresentare e sostenere una categoria di imprenditori commerciali che sta dimostrando sul campo di essere una grande forza propulsiva del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Psicosi da Coronavirus, supermercati presi d'assalto e file chilometriche alle casse

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
CesenaToday è in caricamento