Amadori, eletti 14 rappresentanti sindacali nello stabilimento Avicoop

Sono stati eletti 14 rappresentanti sindacali in rappresentanza di Flai Fai e Uila 

Si sono svolte giovedì 29 venerdì 30 novembre e lunedì 3 e martedì 4 dicembre le elezioni delle Rsu (rappresentanze sindacali unitarie) allo stabilimento cesenate dell’Aviscoop che fa capo al gruppo Amadori, la più grande azienda del settore avicolo del territorio e che conta a San Vittore 2642 occupati alla data del 30 novembre 2018.
Sono stati eletti 14 rappresentanti sindacali in rappresentanza di Flai Fai e Uila : si tratta di Acri Umberto, Canducci Luca, Caselli Robert, Cottonaro Rosa, Raggini Giampiero, Mellone Francesco, Sarr Dame, Naldi Monica, Ceredi Antonella, Vitale Mario, Niang Baba, Fantini Antonella, Scarini Vincenzo, Berton Lidia, in rappresentanza dei vari reparti produttivi riguardanti l’area polli, tacchini, elaborati crudi, e spedizioni.
Ai seggi si sono presentati in 1739 per votare e scegliere i nuovi 14 rappresentanti su 54 candidati che erano suddivisi nelle tre liste.
Questi numeri dimostrano come il sindacato, anche in un momento difficile per il lavoro, riesca ad essere sempre più punto di riferimento per i lavoratori.
In una azienda così grande il ruolo di fare sindacato, restando al fianco dei lavoratori, è quanto mai importante perché le RSU conoscono l’azienda in modo capillare e sanno dare il giusto contributo per gestire le situazioni aziendali.
I Segretari di Flai, Fai e Uila Spazzoli Mauro, Marinelli Francesco e Scarponi Alessandro ringraziano i candidati delle tre liste e augurano ai nuovi eletti di lavorare sempre nell’interesse di tutti i colleghi mettendosi a disposizione attraverso le loro conoscenze e il loro tempo.
Nei prossimi mesi, infatti, sono attese diverse novità all’interno dell’azienda fondata da Francesco Amadori: gli investimenti notevoli interesseranno l’introduzione di nuove tecnologie legate alla  robotica, alla meccanizzazione spinta che condizionerà l’organizzazione del lavoro e quindi l’occupazione.
Fai, Flai e Uila hanno a cuore il buon andamento economico e produttivo dell’azienda, con l’obiettivo primario di coniugarlo con la salvaguardia del reddito, della salute e della sicurezza di chi ci lavora, perseguendo oltre alla stabilità, anche l’incremento occupazionale.
 

Potrebbe interessarti

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

  • Aperitivi all'aperto a Cesena: ecco la top 5

  • Controllo caldaie, le informazioni su pulizia e controlli fumi

  • I 5 segreti della tintarella perfetta

I più letti della settimana

  • Non rientra a casa: i familiari lo trovano in un campo sotto un trattore senza vita

  • Travolta sulle strisce mentre porta a spasso il cagnolino: inutile la corsa al Bufalini

  • Dopo lo schianto contro una macchina agricola finisce nel fosso: muore all'ospedale

  • Lattuca alza il sipario sulla nuova giunta: ecco la squadra dei suoi assessori

  • Colpito da un malore fatale in spiaggia, muore un turista svizzero

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

Torna su
CesenaToday è in caricamento