domenica, 20 aprile 18℃

A Pievesestina si lavora per raddoppiare la scuola elementare

L'edificio costruito a fine anni Novanta - spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - era stato predisposto per accogliere l'attività di un intero ciclo didattico

Redazione28 agosto 2012

Mentre sta per cominciare il conto alla rovescia per l’inizio dell’anno, proseguono i lavori, iniziati a luglio, per l’ampliamento della scuola elementare di Pievesestina, in modo da adeguarla alle accresciute necessità della frazione. “L’edificio costruito a fine anni Novanta – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi -  era stato predisposto per accogliere l’attività di un intero ciclo didattico, dalla prima alla quinta, sulla base delle esigenze dell’epoca".

"In questi anni, però, l’andamento demografico e lo sviluppo del quartiere hanno fatto crescere la popolazione scolastica di quella zona, aumentando sensibilmente  il numero dei bambini. Finora si è fatto fronte alla situazione con soluzioni tampone, che hanno visto utilizzare come aule didattiche anche gli spazi destinati a laboratori, ma l’adeguamento della struttura era diventato indispensabile - continuano Lucchi e Miserocchi -. Così l’Amministrazione comunale ha dato il via libera all’attuale intervento, per un importo complessivo di 1 milione e 800mila euro, e che una volta ultimato, raddoppierà  la capienza dell’edificio scolastico, in modo da poter accogliere dieci classi.  La durata dei lavori è fissata in 540 giorni, e prevediamo quindi che, se tutto andrà secondo il programma, fra fine 2013 e inizio 2014 i bambini di Pievesestina potranno avere a disposizione questo nuovo spazio”.

Annuncio promozionale

Da un punto di vista tecnico il progetto prevede la costruzione di un prolungamento dell’attuale struttura. La nuova ala, rticolata su due piani, che si svilupperà su una superficie di circa 430 metri quadrati per piano, per una cubatura di 2843 metri cubi. Qui troveranno spazio sette fra aule e laboratori, oltre ai locali di servizio, e ci sarà posto anche per realizzare una mensa più grande.   Da un punto di vista architettonico la nuova ala avrà le stesse caratteristiche dell’edificio esistente, con la superficie esterna rivestita di mattoni a vista e pannellature di acciaio inox, per dare uniformità al complesso. L’esecuzione dei lavori è affidata alla Società fra Operai e Muratori di Cesena.

 

Paolo Lucchi
scuole

Commenti