"Mi sono mancati gli abbracci", per Federica un 110 e lode in Arti Visive davanti al pc

Federica si è laureata in Arti Visive con una tesi dal titolo "La didattica museale, uno studio condotto presso la Pinacoteca di Cesena"

Si è vestita di tutto punto, pettinata e truccata. Non ha lasciato nulla al caso, proprio come per le grandi cerimonie. Si è posizionata davanti al suo computer e ha atteso il collegamento in videoconferenza con i quattro professori dell'Università di Bologna. Tra loro la relatrice della sua laurea, la professoressa Chiara Tartarini, e la presidente di commissione. E' vero, non avrà avuto la stretta di mano finale e nemmeno l'alloro, ma Federica Montalti, 25enne cesenate, lunedì 16 marzo, parlando della sua tesi e rispondendo alle domande, ha provato la stessa emozione che avrebbe provato davanti a una commissione in carne e ossa. E la gioia del suo 110 e lode è stata uguale a quella che avrebbe provato festeggiando fuori da un'aula dell'Università di Bologna con tanto di coriandoli e corona di alloro. "Mi sono mancati gli amici e gli abbracci - spiega Federica - ma per quelli ci rifaremo più avanti con una grande festa. Del resto l'Università ci ha detto che appena finirà tutto verrà organizzata la cerimonia di proclamazione. Così festeggerò due volte".

Federica si è laureata in Arti Visive (laurea magistrale) con una tesi dal titolo "La didattica museale, uno studio condotto presso la Pinacoteca di Cesena". Una tesi incentrata sulla collezione di dipinti di proprietà del nostro comune, ripercorrendo la sua storia, le future collocazioni e il suo utilizzo dal punto di vista didattico. "E' un patrimonio cittadino molto importante - spiega Federica - e sono sicura che col nuovo collocamento (ora si trova all'ex monastero di San Biagio) previsto a Palazzo Oir verrà ancor di più valorizzato. I pezzi più belli e interessanti? Per me San 'Francesco riceve le stigmate' di Guercino, 'Presentazione di Gesù al tempio e purificazione della Vergine' di Raibolini Francesco detto il Francia, le opere del Sassoferrato, e altri opere di autori locali molto importanti per il territorio. Comunque sono tutti dipinti di valore e di grande interesse per capire la storia dell'arte ma prima di tutto la storia della nostra città". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

  • Coronavirus, oltre 300 contagiati nel Cesenate. In Emilia Romagna sono più di 12mila

  • Centinaia di imprese chiedono di restare aperte: la prefettura sospende le prime 184 per "attività non essenziale"

  • Sono 740 i positivi in provincia, Cesena piange la sesta vittima del Coronavirus

Torna su
CesenaToday è in caricamento