Whatsapp, "sei stato multato di 100 euro": fate molta attenzione alla truffa

Ci è stata segnalata da diversi lettori una truffa che si sta diffondendo attraverso i social ma in particolare attraverso Whatsapp, il popolare sito di messaggistica istantanea, e che potrebbe costarvi almeno 100 euro.

Ci è stata segnalata da diversi lettori una truffa che si sta diffondendo attraverso i social ma in particolare attraverso Whatsapp, il popolare sito di messaggistica istantanea, e che potrebbe costarvi almeno 100 euro. Crediamo sia giusto condividerla, spiegarvi come funziona e soprattutto mettervi in guardia del fatto che i mascalzoni digitali sono sempre dietro l'angolo.

Come funziona

Sul vostro telefonino, all'interno dell'applicazione Whatsapp, arriva un messaggio con scritto: "A causa di alcune connessioni illegali online, questo dispositivo sarà bloccato e tutti i file al suo interno contenuti verranno criptati fino al pagamento della multa". Questo messaggio viene immediatamente seguito da uno ancora più "paraonico" per gli utenti meno esperti:  “La Polizia italiana avverte che l’accesso a internet è ora limitato a causa della suddetta violazione di legge. Tutte le azioni compiute su questo dispositivo sono state interamente registrate. Tutti i file sono stati criptati. La dimensione della multa è pari a 100 euro. Se si lascia trascorrere un tempo di 24 ore senza pagare, l’account Google sarà bloccato e sarà utilizzato per un procedimento penale. La multa può essere pagata tramite l’apposito voucher PaySafeCard. PaySafeCard è disponibile in tutta sicurezza in Italia”.

In molti hanno pagato

A quanto si apprende, sono in tanti quelli che credendo di essere alle strette, hanno pagato senza informarsi. Per poi scoprire di essersi trovati vittime di una vera e propria truffa.

Come difendersi

Non credete a tutto quello che vi passa sullo schermo del vostro smartphone. Le truffe online sono sempre di più: quando avete dei dubbi fate una ricerca su Google dove, in pochi minuti, con le giuste parole chiave, si riesce a smascherare la truffa. Se i dubbi però persistono, chiamate il vostro operatore telefonico o la Polizia Postale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco come pulire i termosifoni e renderli efficienti per l'inverno

  • Addobbi natalizi: come portare lo spirito del Natale nella tua casa

  • Proteggi le tue piante: come costruire una serra fai da te

  • Vai in vacanza risparmiando con lo scambio casa

Torna su
CesenaToday è in caricamento