Pane, olio e fantasia

Pane, olio e fantasia

Salse allo zenzero, mix di semi, condimenti di acciughe e capperi: qualche consiglio per i piatti estivi

Col caldo passa la voglia di stare davanti ai fornelli, ma non passa l'appetito. Anzi abbiamo voglia di mangiare saporito e qualcosa di appetitoso, ecco alcuni accorgimenti per non perdersi d'animo

Col caldo passa la voglia di cucinare. Chi se la sente più, infatti, di affrontare l'inferno provocato da 15 minuti di forno acceso o di attendere che l'acqua bolla per buttare già la pasta? No, d'estate anche i cuochi più appassionati devono rivedere i loro menù. Ma non pensiate che non cucinare voglia dire mangiare quello che si trova o senza sapore. Al contrario, d'estate a tutti viene voglia di mangiare saporito. Sudando di più espelliamo sali minerali, quindi anche a livello di gusto abbiamo una strana voglia di cibi più salati dovuta all'esigenza di reintegrare la quantità di sale nel nostro corpo. 
Non bisogna comunque esagerare perché il sale a lungo andare fa male alle arterie e alla pressione ma soprattutto anche nell'immediato aumenta il senso di sete e bevendo di più sudiamo di più. Diventa un circolo vizioso che va spezzato con una giusta ed equilibrata alimentazione, che non dia disturbi fisici o ci appesantisca ma che sia anche piacevole ed estiva. 
Qualche consiglio per l'estate? Per oggi partiamo dalle  verdure che, ovviamente, sono il top perché è la loro stagione e quindi sono buone e fanno anche bene. Insalata, pomodori, cetrioli, patate, zucchine e peperoni (se riusciti a bollirli o a cuocerli...). L'ideale è condirle in modo da renderle saporite. Si possono aggiungere capperi, un trito di aglio, cipolla tropea tagliata a fette, dolce e diuretica, un po' di basilico, la rucola o anche un mix di semi di zucca, di lino e di girasole. Chi ama le salse vanno benissimo le salse marinate (con limone e zenzero grattugiato), una tzaziki (salsa con yogurt, aglio e cetriolo), salsa di acciughe (frullate con capperi) oppure una salsa di curry (più speziata con yogurt, curry, scalogno e sale). Per gli appassionati dei sapori forti può bastare anche un po' di peperoncino o fette di ravanelli, sempre intensi e saporiti. Del resto le radici, come i ravanelli, hanno il potere di rimetterci in contatto con la terra e allo stesso tempo di regalarci intensità altissime di gusto, simili agli acuti di un soprano. 

Pane, olio e fantasia

Il cibo è piacere, ma anche cultura. Nella zona di Forlì e Cesena non mancano ottimi prodotti alimentari tipici e uno degli ingredienti fondamentale per cucinarli, che è la fantasia. Come non mancano locali dove si mangia bene, si fa intrattenimento intelligente e si tramandano tradizioni culinarie rinnovandole. Qui troverete storie di piatti tipici, nuovi locali che aprono, eventi gastronomici di richiamo, idee innovative da mettere in tavola e curiosità da versare nel bicchiere e bere tutte d'un fiato. Quindi prendete posto e buon appetito a tutti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CesenaToday è in caricamento