Pane, olio e fantasia

Pane, olio e fantasia

Dove la piadina diventa "veghina" e la pizza "veghizza"

In via Strinati ha riaperto Universo Vegano, la prima catena di ristoranti vegan in Italia, e ai clienti, oltre a tofu, soia, seitan, vengono offerti affettati vegetali, mioveg, alga spirulina, lupino e vebab

Qui la piadina si chiama "veghina" e nell'impasto c'è una strana cosa che di nome fa alga spirulina. Il formaggio, sia fresco che stagionato, viene chiamato confidenzialmente mioveg. Nei piatti che si ordinano si possono trovare solo soia, verdure, salse, legumi, tofu e quinoa. 

Siamo all'Universo Vegano, locale che ha aperto in via Strinati 40, un mese fa. Praticamente è una riapertura perchè un ristorante vegano c'era già ma non era gestito direttamente dalla casa madre Universo Vegano (nata nel 2013 dall'idea di Lucio Palumbo) ma da un affiliato. Ora, invece, la prima catena di ristoranti vegan in Italia ha rimesso piede a Cesena e ha deciso di gestire il punto direttamente. 
"Il prodotto che serviamo è uguale in tutti gli oltre 20 ristoranti in Italia - spiega Michele, che sta avviando il locale di Cesena -  e viene anche impiattato nello stesso modo. L'unica differenza è che nei punti diretti, come quello di Cesena, si possono trovare delle gustose anteprime". Dal semplice fast food della precedente gestione si è passati al bistrot dove i clienti vengono serviti al tavolo, sono presenti anche stuzzichini vari e ci si può sedere anche per un semplice aperitivo. "Abbiamo una varietà incredibile di prodotti - continua Michele-  anche se a Cesena facciamo solo l'assemblamento delle materie prime che, invece, arrivano direttamente dalla ditta di Varese ed è tutto certificato bio. Nel locale di via Strinati, quindi, non è possibile cucinare la lasagna vegana. Arriva già fatta e  noi la scaldiamo. Il format di Universo Vegano è questo in ogni città d'Italia". 
"I clienti cesenati sono di tutti i tipi  - spiega ancora Michele - Vengono famiglie con figli, studenti universitari e anche persone di mezza età. Noi su Cesena ci puntiamo molto, sappiamo che c'è una consapevolezza alimentare molto sviluppata e la gente vuole mangiare sano". 
Michele spiega che con 10, 12 euro si mangia un primo, contorno e bibita. Un esempio? Lasagna al ragù vegetale, risotto zenzero e limone, risotto funghi e curcuma, ravioli tofu e spinaci. Per gli appassionati di cucina spagnola c'è anche il gazpacho, la veghina mexican, e il panino Grand Sombrero. Si accontentano anche gli amanti di pizza con le "veghizze" dove al posto della mozzarella c'è il mioveg (formaggio di soia saporito). Per restare in tema etnico c'è anche il vebab (una specie di carne vegetale tipo kebab), e la focacca turkish. 
Per San Giovanni, Universo Vegano ha già pensato di raddoppiare lo spazio esterno per dare la possibilità a tutti i curiosi di assaggiare le loro specialità. Un occhio di riguardo sarà dedicato ai commercianti dei banchi che espongono. Per loro è previsto uno sconto del 20%. 

Pane, olio e fantasia

Il cibo è piacere, ma anche cultura. Nella zona di Forlì e Cesena non mancano ottimi prodotti alimentari tipici e uno degli ingredienti fondamentale per cucinarli, che è la fantasia. Come non mancano locali dove si mangia bene, si fa intrattenimento intelligente e si tramandano tradizioni culinarie rinnovandole. Qui troverete storie di piatti tipici, nuovi locali che aprono, eventi gastronomici di richiamo, idee innovative da mettere in tavola e curiosità da versare nel bicchiere e bere tutte d'un fiato. Quindi prendete posto e buon appetito a tutti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CesenaToday è in caricamento