Bioingegneri traducono i pensieri in opere d'arte, "a Cesena gli unici al mondo"

Una start up cesenate ha progettato BrainArt, che permette di decodificare il pensiero e metterlo su tela

Immaginate di poter dipingere su tela un vostro pensiero, dandogli forma e sostanza. Non  si tratta di fantascienza ma di un progetto nato a Cesena, gestito da un team di bioingegneri, che permette di decodificare il pensiero e tradurlo in opere d'arte. BrainArt è il primo servizio al mondo che consente un'operazione di questo tipo grazie alla startup cesenate Vibre incubata da Cesenalab

Quella di Vibre è una squadra formata da bioingegneri, informatici e clinici fondata da Raffaele Salvemini, Sara Piras, Stefano Stravato, Luca Talevi, Simone Cesarano e Marco Renzi.

Scienza e arte si fondono per tradurre il nostro pensiero in opere d’arte, sotto forma di linee, colori, sfumature e ombreggiature. Tutto avviene in due differenti fasi, come spiegano i fondatori. Prima la fase di “acquisizione”, al soggetto viene chiesto di mettersi a proprio agio, e di immaginare un qualcosa di vissuto ascoltando la propria canzone preferita. Un sistema di sensori, posizionato sulla fronte, rileva la propria attività cerebrale mentre si sta pensando ad una persona, ad un ricordo, a un momento speciale. I pensieri possono portare a una persona cara, a un momento della vita per noi importante. Successivamente, attraverso un software, i dati acquisiti vengono elaborati, dando vita ad un quadro astratto i cui colori, linee e sfumature dipenderanno dai pensieri e dagli stati d’animo delle singole persone.

Il prodotto finale è un vero e proprio dipinto stampato, unicamente frutto del pensiero e dell’immaginazione di chi lo ha prodotto. Frutto di un processo di analisi e decodifica scientifica, di un percorso di ricerca medica e di programmazione informatica che ha portato alla creazione di un software. Il progetto della startup Vibre, sottolineano i fondatori, può essere considerato unico nel suo genere, in quanto non esiste al mondo un software in grado di generare arte attraverso la decodifica del pensiero. Questo pone, questo progetto nato e cresciuto a Cesena, tra i più innovativi nel suo settore. Pittori e bioingegneri si uniscono per dare vita a quella che era considerata un'utopia: leggere il pensiero e farne un quadro. Da ammirare magari seduti sul proprio divano di casa, rievocando un ricordo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un'esperienza che è possibile fare solo a Cesena, acquistando il servizio sul sito di BrainArt. "E' l'unico progetto attivo al mondo che consente di tradurre i pensieri in arte - spiega Raffaele Salvemini - si tratta di una tecnologia che potrebbe essere usata in tanti settori, come la sanità e la sicurezza stradale. Abbiamo realizzato una piattaforma software che consente di sviluppare applicativi basati su un controllo diretto da parte del cervello, una specie di WordPress delle interfacce cervello-computer".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenda nel parcheggio del Bufalini, Cesena tra le prime città a sperimentare i tamponi "drive-through"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

  • Cresce il 'focolaio' nella casa di riposo, 15 contagiati. "Guarito un agente della Polizia Locale"

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

  • Una 'maschera' che agevola la comunicazione tra sanitari e pazienti: l'intuizione dell'azienda

Torna su
CesenaToday è in caricamento